martedì 16 settembre 2008

In amore non ci sono etichette

Forum sta diventando sempre di più una trasmissione queer! Non c’è più una puntata nella quale non sia trattato l’argomento omosessualità e affini. Ma questa volta la vicenda merita davvero. Riccardo è un bel parrucchiere di vent’anni, popolare perché fa il cascamorto con le clienti, giovani e non, tanto che quest’ultime, per un complimento in più o, magari, per un appuntamento, tornano nel salone di bellezza a flotte. Il titolare non trova molto da ridire, anzi, è un bene per i suoi affari tanta popolarità. Ma la cosa cambia radicalmente quando, Riccardo si innamora di Fabrizio, affascinante quarantenne marito di una affezionata cliente, ma non una qualsiasi, una specie di PR che ha portato al negozio decine di amiche. E dunque, persa lei per ovvi motivi, perse tutte pare. Ecco perché il titolare vorrebbe licenziare Riccardo. Non siamo qui a commentare se sia giusto o non giusto il licenziamento, ci sono le giuste sedi per discutere ciò. Personalmente sono rimasta più colpita dalla presa di posizione di Riccardo, in merito al suo orientamento sessuale. “IO NON SONO GAY” ha tuonato più volte, questo malgrado l’appassionata relazione con l’uomo che ha portato a un divorzio e a un licenziamento in corso. “Non voglio etichette, quello che è successo a me potrebbe succedere a chiunque di voi” Meno male che qualcuno da voce a ciò che da sempre vado farneticando. L’amore non ha etichette, non può averne. Non possiamo decidere a priori chi amare in base al sesso di appartenenza. Certe cose capitano, l’amore capita, e non è tutto bianco e nero. Un bravo alla fantasia degli autori e al coraggio di Riccardo che ha accettato un “ruolo” di certo non facile.

Il video

4 commenti:

pazzaidea ha detto...

Ho visto anch'io la puntata, forum sta diventando davvero una bella fucina di gayezza. Autori gay, pubblico gay, e storia gay. Però non sono molto d'accordo con te, se uno sta con un uomo è gay perché, se è davvero innamorato, alla passera non pensa più

giusi-poo ha detto...

Per quanto finte e surreali possano essere le storie di forum, che il ragazzo chieda di non essere etichettato lo trovo giustissimo. Non è che il mondo è proprio come lo descriveva Claudio Amendola in Mary per sempre, ricordi? C'è chi lo piglia e c'è chi lo da. Magari sì, ma magari ogni tanto i ruoli si invertono, no?

Anthony Will ha detto...

Peccato non aver visto la puntata! Comunque anche io credo che sia bello NON mettere etichette. Mi reputo gay ma non escludo completamente di potermi innamorare di una donna. In futuro.
Forse da sognatore mi piace pensare all'Amore come qualcosa senza confini.
Baci
Anthony

giusi-poo ha detto...

La penso come te. Come disse in un intervista Colin Farrel "omosessualità e bisessualità sono parole inventate dagli uomini" ha un senso, no?