domenica 11 aprile 2010

Fanfiction slash


Stralci di questo stupendo articolo di Giovanni Prattichizzo:
Le fan fiction sono storie scritte dai fan di un ben definito fandom, ossia quell'insieme di appassionati di un prodotto culturale (film, fumetti, romanzi, fiction). I fan, attraverso i loro racconti, provano a fornire una personale versione della storia, inserendo situazioni comunque presenti nella trama originale in momenti diversi della vicenda narrata.
Dopo averci raccontato un po' di storia dello slash l'autore si focalizza sulle polemiche legate allo slash: Lo slash è stato ed è tuttora oggetto di polemica, in quanto si ritiene che il rappresentare i personaggi con atteggiamenti lontani da quelli riconosciuti, ne possa oscurare l'immagine. La scelta operata dai fan writers appare comunque credibile nell'universo narrativo raccontato. Alcuni autori di slash fiction sostengono che ciò su cui si basano le loro storie esiste già nella storia originale: le emozioni sono già lì e loro non fanno altro che seguirle. Gli scrittori di fiction slash (i cosiddetti slasher), poi, vengono spesso accusati di confondere l'amicizia virile col romanticismo.
Scopriamo chi sono gli autori dello slash: La quasi totalità di autori (e lettori) di questo genere è costituita da donne, con una ridotta percentuale di gay. Secondo una recente ricerca, poco più della metà delle autrici di slash si dichiara eterosessuale, mentre una minoranza è formata da lesbiche e bisex.
Ma il punto che mi trova in assoluto più d'accordo è questo: Alcune autrici ritengono che le relazioni eterosessuali di film e telefilm siano raccontate male; mentre le narrazioni con personaggi maschili permettono maggiori possibilità di esplorazioni delle dinamiche relazionali e sentimentali. Questo permette alle donne di sperimentare, in modo alternativo, le identità maschili e le loro declinazioni. Aggiungo io che anche la maggior parte delle storie omosex mancano di qualcosa focalizzando sempre l'aspetto più tormentato della vicenda ai danni del resto. Probabilmente è ciò che mi ha dato la spinta a scrivere.
Per chiudere dico: sì, è bello ed emozionante sapere che tante donne anche molti anni fa provavano le stesse mie sensazioni osservando due uomini e riuscendo ad andare oltre a uno sguardo, una parola, al disegno dell'autore che spesso si vede costretto a compiacere la massa. Ma che riesce sempre ad accontentare, con piccoli gesti ai più invisibili.

3 commenti:

Alex G. ha detto...

Questo articolo ha centrato pienamente il ncciolo della discussione sullo slash e sul motivo per cui gli autori scrivono storie di questo genere. Io essendo una slasher non posso che trovarmi d'accordo su tutto ma soprattutto sul punto in cui dice che le narrazioni con personaggi maschili danno maggiori possibilità di esplorare le loro relazioni e sentimenti.

Anonimo ha detto...

Be si, soprattutto anche quello che dice prima: "Alcune autrici ritengono che le relazioni eterosessuali di film e telefilm siano raccontate male.."..condivido, meglio le narrazioni con personaggi maschili, tipo..House&Willino? :pPpPpPp
Bly

giusi-poo ha detto...

Vero vero....ihihihi